pescatori di uomini?!

Editoriale

Mi torna spesso in mente una canzoncina imparata da piccolo ai Campi biblici. Il ricordo è così vivo che saprei ripeterla anche con la gestualità che mi fu allora insegnata: “io vi farò pescatori, pescatori, pescator... Io vi farò pescatori di uomini...”. Proprio qualche giorno fa, durante una passeggiata di famiglia lungo le rive di uno dei tanti piccoli laghi che, vicino al paese in cui vivo, costeggiano il Tevere, ho osservato due uomini impegnati a pescare.

Continua a leggere...

Guidati da Dio nei momenti di incertezza

Sempre più spesso il lavoro può esporci a periodi più o meno lunghi di attesa e di precarietà, o portarci a vivere scenari del tutto inaspettati. È incoraggiante constatare che Dio è all'opera in nostro favore per provvedere, istruire e rispondere anche in quei momenti, certo non facili ma sicuramente formativi. Ecco alcuni esempi di come l’ascolto delle promesse del Signore può aprire orizzonti a volte inaspettati.

Continua a leggere...

“Tu hai pensato che io fossi come te” DAL SALMO 50

Nella nostra relazione con Dio dobbiamo avere la certa consapevolezza del suo essere totalmente altro rispetto a noi. Dobbiamo imparare ad evitare di cadere nella tentazione di credere che egli pensi ed agisca come noi, trasformandolo in un nostro pari e manifestando così l’atteggiamento che da sempre è alla radice del peccato: la pretesa dell’uomo di essere come Dio.

Continua a leggere...

L’esempio di Maria, la madre di Gesù

Raramente nel mondo evangelico si parla della figura di Maria, la madre di Gesù. Questo accade forse per reazione nei confronti del mondo cattolico e della “divinizzazione” che la chiesa romana ha fatto nei secoli di Maria. Questa meditazione vuole essere un aiuto per tutti quei credenti ai quali amici e parenti cattolici chiedono conto del fatto che noi, secondo l’opinione comune, “non crediamo nella Madonna”.

Continua a leggere...

La lettera di Paolo agli Efesini PAOLO PREGA PER I SUOI LETTORI

n quasi tutte le sue lettere l’apostolo Paolo rivela il suo impegno a pregare per le persone alle quali sta scrivendo. Le sue non sono soltanto preghiere di richiesta a Dio perché intervenga davanti a particolari bisogni, ma anche di ringraziamento per le buone notizie che gli venivano comunicate. Anche la lettera agli Efesini contiene riferimenti alla preghiera che sono d’incoraggiamento e di esempio per noi.

Continua a leggere...