“Colui che disperse Israele lo radunerà”

La crescente ostilità di alcune nazioni (non solo di quelle arabe ed islamiche fondamentaliste) nei confronti del popolo di Israele fa pensare ad un tentativo estremo di Satana di ritardare il ritorno del Signore attraverso l’annientamento del suo popolo. Ma tutta la storia, da Abramo in poi, è là a dimostraci come le promesse di Dio siano irrevocabili e si realizzino in modo puntuale.8 dicembre 2012, Roma, 10° convegno EDIPI (Evangelici d’Italia per Israele). Con passione ed entusiasmo è stato presentato il tema dell’Aliyah (il ritorno degli Ebrei nella terra promessa) come progetto divino per il suo popolo Israele. Vivere un amore disinteressato per questo popolo non significa aderire ad ideologie o giudicare azioni politiche, ma significa semplicemente scegliere di amare chi Dio ama, scegliere di appoggiare e accettare con piena fiducia e speranza il suo piano perfetto per la storia del mondo, al cui centro vi è proprio il suo popolo eletto, i figli d’Israele. Con i loro padri infatti Dio ha sigillato una reciproca appartenenza attraverso un patto eterno.

Continua a leggere...