Pericoli frequenti

Prima di concludere la panoramica relativa agli “insegnamenti biblici sul lavoro”, in quest’ultimo articolo focalizziamo l’attenzione su alcune problematiche che si presentano spesso nell’esperienza lavorativa, e che possono essere delle vere e proprie insidie. Di seguito ne esaminiamo brevemente tre.

Continua a leggere...

All’insegna di una vita ordinata

Perché è importante mettere in ordine la propria vita, anche sotto l’aspetto dell’impegno lavorativo? Come mai il Signore giudica severamente il vivere in modo indolente la propria ricerca di un lavoro? Dopo la nostra conversione a Cristo come cambiano anche gli obiettivi del nostro lavoro? E come può il nostro lavoro diventare… un dono per gli altri?

Continua a leggere...

Insegnamenti biblici sul lavoro 9. PERSONAGGI BIBLICI AL LAVORO/5

Provvedere ai propri bisogni attraverso un lavoro manuale è una scelta umiliante oppure è una scelta nobile e dignitosa? Cosa ci insegna in proposito l’esempio dell’apostolo Paolo che, nonostante fosse uomo di elevata cultura, non si tirò indietro davanti alle necessità della vita? Quali insegnamenti possiamo raccogliere dalla vicenda di Filemone ed Onesimo, per vivere le relazioni all’interno dell’ambiente di lavoro?

Continua a leggere...

Insegnamenti biblici sul lavoro 8. PERSONAGGI BIBLICI AL LAVORO/4 GESÙ AL LAVORO

Come trascorse Gesù i trent’anni che precedettero l’inizio del suo ministerio pubblico? Attese “la sua ora” con indolenza oppure s’impegnò seriamente in un’attività lavorativa per concorrere alle esigenze del bilancio familiare? Quale lezione possiamo ricevere dal suo comportamento? E i discepoli? Quale fu il rapporto da loro vissuto con la propria attività lavorativa? Quale divenne per loro l’attività più prestigiosa?

Continua a leggere...

Insegnamenti biblici sul lavoro 7. PERSONAGGI BIBLICI AL LAVORO/3

Il nome di Giobbe fa pensare alle prove, alla sofferenza; ma quanti sanno che nella sua vita “professionale” Giobbe era un datore di lavoro esemplare, un vero modello da imitare, sia nel rispettare i propri dipendenti che nell’essere sensibile ai bisogni dei più deboli? E come non essere colpiti dalla fedeltà di Daniele sia nell’esercitare il delicato incarico di “primo ministro” che soprattutto nella sua relazione con Dio?

Continua a leggere...